Cookie Consent by Free Privacy Policy website Prosegue l’impegno del FAI per una maggiore inclusività e accessibilità culturale
giugno 20, 2022 - FAI

Prosegue l’impegno del FAI per una maggiore inclusività e accessibilità culturale

Nell’ambito del progetto “Bene #fai per tutti” sono 11 i Beni della Fondazione accessibili ai visitatori con #disabilità intellettiva grazie alle guide scaricabili su www.benefaipertutti.it

#BeneFAIpertutti

Nel 2022 il FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano ETS rinnova il suo impegno a favore di una maggiore inclusività e accessibilità culturale, rilanciando il progetto “Bene #fai per tutti” dedicato a persone con disabilità intellettiva, avviato nel 2016 per permettere a tutti i visitatori di vivere pienamente e senza difficoltà i Beni della Fondazione.

L’iniziativa - ideata e realizzata dall’Associazione L’abilità Onlus con la Fondazione De Agostini e resa possibile grazie al prezioso sostegno di Viatris negli anni è arrivata a coinvolgere undici Beni del FAI in tutta Italia, per i quali è oggi possibile scaricare dal sito www.benefaipertutti.it apposite guide in linguaggio semplificato (adatte sia ad adulti che a bambini e ragazzi), che vengono costantemente aggiornate grazie a un importante lavoro d’équipe multidisciplinare: esperti in beni culturali e accessibilità, pedagogisti, neuropsicomotricisti, psicologi ed educatori. Si tratta di testi “easy to read” arricchiti con fotografie, illustrazioni e mappe, che rendono la visita un’esperienza inclusiva e piacevole e che permettono agli ospiti e ai loro caregiver (genitori, insegnanti, accompagnatori) di familiarizzare con i luoghi e apprenderne la storia, le caratteristiche e le curiosità in modo coinvolgente, grazie a strumenti di comunicazione studiati per ridurre lo stress e le difficoltà di comprensione del contesto delle persone con #disabilità, rimuovendo le barriere che impediscono loro di essere parte attiva della visita.

Da nord a sud della Penisola, i Beni del #fai che rientrano attualmente nel progetto sono Villa Necchi Campiglio a #milano, Villa e Collezione Panza a #varese, Castello e Parco di Masino a Caravino (TO), Negozio Olivetti a #venezia, Villa dei Vescovi a Luvigliano di Torreglia (PD), Torre e Casa Campatelli a San Gimignano (SI), Parco Villa Gregoriana a Tivoli (RM), Bosco di San Francesco ad #assisi (PG), Casa Noha a #matera, Abbazia di Santa Maria di Cerrate a Lecce e Giardino della Kolymbethra ad Agrigento. Per tutti questi luoghi sono stati creati specifici percorsi di visita – da svolgere in autonomia o con il personale del Bene, singolarmente o per piccoli gruppi - pensati in ottica inclusiva, nell’idea che ciascuno sia portatore di abilità diverse che possono essere valorizzate in un contesto di apprendimento cooperativo.

“Per il #fai il progetto ‘Bene #fai per tutti’ è oggi più che mai fondamentale; i temi dell’inclusione e dell’accessibilità, da sempre parte della nostra missione, sono diventati essenziali per ampliare la nostra offerta di visita rendendo la bellezza e la cultura accessibili a tutti – commenta Davide Usai, Direttore Generale del #fai Dal 2016, anno di lancio del progetto, circa 1.200 persone con #disabilità intellettiva accompagnati dai loro caregiver hanno visitato i nostri Beni. Grazie al rinnovato accordo con L’abilità Onlus e al sostegno di #viatrische per il primo anno si affianca alla Fondazione, ci auguriamo di poter coinvolgere sempre più persone nella scoperta del patrimonio d’arte e natura del nostro Paese.”

“Il percorso per rendere accessibili alle persone con #disabilità intellettiva i Beni del Fondo per l’Ambiente Italiano continua con grande impegno – afferma Carlo Riva, Direttore di L’abilità Onlus – Consentire a queste realtà culturali e naturalistiche di svelarsi a un pubblico che solitamente resta fuori da questo tipo di esperienze, è un dovere che insieme al #fai stiamo portando avanti con grande attenzione. Il nostro obiettivo nei prossimi anni è quello di trovare sempre strategie educative e modalità di comunicazione efficaci per fare in modo che il pubblico dei visitatori con #disabilità intellettiva sia sempre più presente all’interno dei Beni del #fai.”

Grazie a #viatris, azienda che condivide con il #fai l’importanza dell’inclusione sociale e per il primo anno è accanto alla Fondazione in qualità di sponsor del progetto.

“In Viatris, siamo onorati di sostenere il progetto ‘Bene #fai per tutti’ perché, grazie a questa iniziativa, alcuni Beni del #fai potranno essere accessibili anche alle persone affette da #disabilità cognitive, offrendo a loro ed alle loro famiglie, un'opportunità di inclusione e di contatto con il mondo della cultura - dichiara Fabio Torriglia, Country Manager di #viatris in Italia - Siamo impegnati a consentire alle persone nel mondo di vivere una vita più sana in ogni sua fase a prescindere dal luogo e dalle circostanze e a migliorare l’accesso ad una sanità sostenibile e di alta qualità. Vediamo in questa collaborazione con il #fai una chiara comunanza di valori e di obiettivi. Crediamo inoltre che le aziende possano ricoprire un ruolo di primo piano nel contribuire a educare le nuove generazioni trasmettendo l’importanza dell’arte, della cultura e della storia, e assicurando a tutti, indistintamente, momenti di apprendimento e conoscenza. Confidiamo che questo progetto possa aiutare a dare un positivo contributo alla diffusione di questi valori.”

Per scaricare le guide e per informazioni sul progetto: www.benefaipertutti.it

Si ricorda che per le visite ai Beni #fai è vivamente consigliata la prenotazione. Per ulteriori informazioni:

www.benefaipertutti.it

News correlate

giugno 20, 2022

Con l'arrivo della stagione estiva, le temperature iniziano alzarsi, le giornate si allungano e con esse aumenta la voglia di rime...